Al cospetto dell’Aletsch nella valle di Goms

Breve descrizione itinerario

Giro decisamente di rilievo all’interno della valle di Goms, nell’alto vallese, con massima escursione ai margini del ghiacciaio dell’Aletsch. Questo famoso ghiacciaio è parte della regione Jungfrau-Aletsch-Bietschhorn, primo sito dell’arco alpino ad essere inserito, dal 2001, nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO. L’itinerario ha inizio dall’abitato di Moerel e risale dapprima su strada asfaltata a ridotta percorrenza veicolare e successivamente su prevalente strada dal fondo sterrato fino a giungere in prossimità dell’abitato di Riederalp (varie frazioni), quota 1.900 mt. Da qui ha inizio un lungo percorso sull’altopiano prativo, paradiso invernale dello sci. Nella prima parte il fondo è su asfalto in leggera salita fino a Bettmeralp da cui ha inizio un tratto sterrato che si caratterizza inizialmente per alcuni tratti in ascesa molto impegnativi che conducono ai 2.177 mt della Furri Huette e da li a poco a Kuehboden-Fiescheralp, con temporaneo ritrovo del tratto in asfalto. Si abbandona quasi immediatamente l’asfalto Uscendo dall’abitato per tuffarsi nell’ultimo tratto di strada sterrata che condurrà in ca 3 km all’imbocco del tunnel (quota 2.336) sotto il Taelligrat, poco dopo la località Obers Taelli. La percorrenza del tunnel, interamente ciclabile, richiede alcuni minuti ed all’uscita prendendo a sinistra in discesa un sentiero praticamente interamente ciclabile e con alta affluenza pedonale si giunge rapidamente ai margini dell’imponente ghiacciaio dell’Aletsch ove risaltano le caratteristiche lingue nere di detriti al suo interno. Il ritorno ha luogo per il medesimo sentiero, a tratti molto più difficoltoso da pedalare interamente, fino a giungere in prossimità dell’imbocco del tunnel. A questo punto si costeggia il Vordersee e successivamente, evitando la traccia per downhill che scende in Fischertal, si tiene la destra su un sentiero (inizialmente in salita e successivamente in decisa discesa) che aggirando il Taelligrat andrà a ricongiungersi per un brevissimo tratto (ca 20 metri) con la sterrata dell’ascesa. Prendendo una traccia sulla sinistra (aggiornamento settembre 2014: è stata costruita una ampia pista che scende in direzione fondovalle, presenti evidenti indicazioni segnaletiche recanti “Fiesch/Gogwärgiweg”) inizia una lunga ed a tratti molto impegnativa discesa verso Fiesch, dapprima su strada prativa e successivamente su sentiero boschivo molto accidentato (il sentiero attraversa in diversi punti un tracciato di downhill per cui è bene seguire strettamente la traccia GPS). Giunti all’abitato di Fiesch la strada asfaltata di fondovalle condurrà a Morel (quasi interamente in discesa)
nazione: Svizzera
zona: Aletsch-Goms
provincia: CH
da: Moerel
a: Moerel
vista: ghiacciaio dell’Aletsch, valle del Rodano (Goms, Brig), massiccio del Mischabel, Cervino, molteplici vette delle Alpi lepontine, Fieschergletscher

ALTIMETRIA QUOTE E DISTANZA

dislivello totale salita: mt 1789
quota massima:  mt 2403
quota minima: mt 777
km totali: 49,27

SENSO DI MARCIA

girare in senso orario

TEMPO DI PEDALATA

di puro movimento 5 ore

SINTESI VALUTAZIONI

panorami: 10/10
difficoltà salita: 3/10
difficoltà discesa: 9/10
impegno fisico: 8/10

NOTE GENERALI (ES. NON PEDALABILITA’, DIFFICOLTA’ PARTICOLARI, NOTE VARIE, ECC.)

pendenze: massima salita pedalabile 19,9%, massima discesa 29,9%
tratto a mano: circa 3 minuti complessivi di cui un brevissimo tratto in salita durante il ritorno dall’Aletsch e qualche passaggio nella discesa su sentiero all’interno del bosco prima di giungere a Fiesch
salita: decisamente priva di difficoltà tecniche svolgendosi su strade asfaltate o sterrate. La salita fino all’altipiano ha pendenze comprese tra il 7% ed il 10% con un breve tratto che si caratterizza per 12-13%. Dopo Bettmeralp  segue un tratto sterrato di circa 1,5 km con pendenze tra il 13% ed il 20% (fino poco prima di Furri Huette); da ultimo, la salita finale prima del tunnel,verso Obers Taelli, ha pendenze 7-10%
discesa: mediamente facile il primo tratto su sentiero in discesa dall’Altesch fino a ricongiungersi con la strada dell’andata, ancorchè richiede attenzione sopratutto nella parte iniziale (pendenza massima 20%, mediamente tra il 10 ed il 20%); molto più difficile/tecnica la discesa nel tratto successivo di bosco fino a Fiesch causa radici, pietre, balzi, curve strette e con pendenze tendenzialmente tra il 20% ed il 30%
% sterrato: 58%
ricordarsi: carta di identità per transito in territorio elvetico; portare inoltre illuminazione per bike da utilizzare all’interno del lungo tunnel verso l’Aletsch (nel tunnel è comunque presente illuminazione, insufficiente in alcuni tratti)
note: in località di partenza (Moerel) sono presenti numerosi parcheggi a pagamento (basso costo per intera giornata)

Downloads ad oggi:  417

9 risposte a Al cospetto dell’Aletsch nella valle di Goms

  1. Claudio Mattina dice:

    Ciao! Vorrei percorrere questa traccia ma scaricandola ne è comparsa anche un’altra denominata “goms” che gira in senso inverso e sbucata fuori dal tunnel costeggia il ghiacciaio per un lungo tratto che sembra esposto… posso avventurarmi? Grazie in anticipo per le tracce e la risposta. Claudio.

    • Il Team dice:

      Ciao, non ci risulta… la traccia è singola (riprovata ora). Probabilmente l’avevi in memoria sul PC in precedenza. In ogni caso la traccia a cui ti riferisci è una traccia che è già nei nostri programmi futuri di battitura (meteo permettendo, forse settembre 2014…..):sarà però compiuta attraversando il tunnel nello stesso verso di questo itinerario (salendo da altro paese su percorso diverso e scendendo poi a Bettmeralp per il ritorno. Ci risulta che sia ciclabile tranne una scalinata iniziale di ca 10-15 min. Da fare NON alla domenica, meglio in settimana: è il sentiero per eccellenza di chi compie una escursione a piedi sull’Aletsch per cui…. Da approfondire inoltre il discorso MTB: sono stati segnalati dei cartelli di divieto ma sembrerebbero non autorizzati, meglio fare un passaggio preventivo con l’azienda turistica (anche perchè ci risulta segnalato per MTB in alcuni brochure ufficiali per cui…). Se lo provi prima di noi mandaci una mail con qualche info maggiore (info@itinerari-mtb.it), te ne saremo grati! (e ci ricorderemo di te nella recensione).
      Saluti

      • Claudio Mattina dice:

        Mi sono avventurato settimana scorsa sul sentiero che costeggia l’Aletschgletscher ed in effetti è un sentiero pedonale che sono riuscito a pedalare solo per brevissimi tratti. In parte la bici va proprio “spallata”. Comunque non ho visto divieti per le bici e i pedoni che ho incontrato si sono dimostrati assai cordiali, anzi addirittura esortavano a stare in sella! Grazie sempre per le vostre tracce: ne ho già utilizzate diverse e sono una più bella dell’altra!

  2. fededsm dice:

    Ci sono tratti esposti? Se si quanto?
    Grazie mille!

    • Il Team dice:

      Nulla di particolarmente rilevante da segnalare: ad essere precisi, il tratto di discesa che aggira il Taelligrat si svolge su tipico sentiero, ciclabile, di montagna (2 km e 250 mt ca. di quota di discesa), dunque prestare attenzione per definizione. Per il resto nessun tratto esposto. Ciao

  3. Daniele dice:

    Bellissimo spettacolare giro da veri scalatori…….peccato che non ho fatto la discesa del Vs tracciato causa tarda ora ma mi sono riproposto di rifare il giro nel prossimo mese di Luglio…Grazie Daniele

    • admin dice:

      Devi assolutamente rifare la discesa! prima parte molto pulita, panoramica e non particolarmente impegnativa. La seconda parte è discesa “vera” per chi “viaggia” in XC!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *