Monte Generoso

Breve descrizione itinerario

Giro che ripercorre una parte del percorso della “Monte Generoso Bike Marathon” salendo fino alla vetta e ridiscendendo in Italia verso la Valle di Intelvi, con ritorno finale in territorio elvetico. Da comodo parcheggio al centro del piccolo abitato di Cabbio si scende per un breve tratto in asfalto incrociando la cantonale e deviando immediatamente a destra per la secondaria in direzione di Casima; si percorre il tratto asfaltato per ca 1 km allorchè sulla destra si intravede una traccia di strada/sentiero che si inoltra nel bosco (poco individuabile senza gpx). Ben presto la strada/sentiero si innesta su ottimo single track in salita, ombreggiato,  dal fondo pulito e dalle pendenze regolari e non proibitive. Il sentiero “spiana” in località Dosso dell’Ora/Balduana dove ha inizio un tratto dapprima su strada bianca e poi in asfalto che porta ad incrociare la strada principale risalente da Mendrisio alla stazione di Bellavista (fermata intermedia del trenino  a cremagliera del Generoso). Si percorre per un breve tratto la strada sterrata oltre la sbarra per deviare in seguito su una ripida mulattiera dal fondo irregolare e pietroso che, con qualche tratto a spinta, porta rapidamente dopo agevole single track nel bosco ad incrociare i binari ferroviari. Segue un comodo e panoramico traverso sui prati prima dell’ascesa finale alla vetta: da maggio 2017 ci viene segnalato (vedi commento a margine) che il tratto finale per la vetta, che in precedenza doveva inevitabilmente deve essere effettuato per la maggior parte a spinta causa combinazione pendenza/ostacoli, ora è completamente pedalabile pur in presenza di alcuni gradoni in legno. Giunti al culmine dell’ascesa, in prossimità della stazione di arrivo del trenino, è d’obbligo una risalita a piedi alla vetta finale (minuti 10) da cui è possibile ammirare ampio panorama a 360°. Seguendo un agevole single track che taglia obliquamente le pendici del Monte Generoso ha inizio la discesa verso la Valle d’Intelvi (Italia): il sentiero non si caratterizza per particolari asperità e conduce rapidamente dapprima all’Alpe Squadrina ed in seguito all’Alpe di Orimento. Segue un piacevole e panoramico single track che aggirando il Pizzo della Croce conduce ad una strada forestale in parte lastricata che discende a valle fin quasi all’abitato di Casasco di Intelvi (breve tratto finale in asfalto a partire dal Rifugio Bruno). Si abbandona presto la strada asfaltata per deviare a destra seguendo un segnavia rosso per MTB in direzione Alpe di Cerano (Pian delle Alpi) che alternerà vari saliscendi su strada forestale per la maggior parte all’interno di bosco. Giunti all’Alpe si risale per l’ultima fatica della giornata lungo strada carrareccia fino al Passo Bonello in prossimità dell’omonima Alpe, ritornando in territorio elvetico. Dall’Alpe ha inizio una discesa in parte sterrata ed in parte asfaltata che termina in prossimità della chiesa di Cabbio, antistante al parcheggio da cui è iniziato l’itinerario
nazione: Svizzera/Italia
zona: Mendrisiotto/Val d’Intelvi
provincia: CH/Co
da: Cabbio
a: Cabbio
vista: l’itinerario è molto panoramico: la vetta del Monte Generoso, facilmente raggiungibile a piedi, offre un 360° sulle Alpi, Prealpi e pianura lombarda; nella seconda parte dell’itinerario vengono offerti molteplici punti di vista della Valle d’Intelvi, dei principali rilievi comaschi e del sottostante lago di Como con possibilità di affinare lo sguardo fino alla punta di Bellagio

ALTIMETRIA QUOTE E DISTANZA

dislivello totale salita: mt 1346
quota massima:  mt 1609
quota minima: mt 556
km totali: 33,50

SENSO DI MARCIA

girare in senso orario

TEMPO DI PEDALATA

di puro movimento 3 ore e 50 minuti

SINTESI VALUTAZIONI

panorami: 10/10
difficoltà salita: 5/10 (incrementabile se salita a Cabbio percorsa su fondo umido, vedasi commento di “Fededsm” del 11.07.2014)
difficoltà discesa: 6/10
impegno fisico: 7/10

NOTE GENERALI (ES. NON PEDALABILITA’, DIFFICOLTA’ PARTICOLARI, NOTE VARIE, ECC.)

pendenze: massima salita pedalabile 19%, massima discesa 18%
tratto a mano: 5-10 minuti ca complessivi; in particolare il tratto di mulattiera/sentiero nel bosco in prossimità della stazione di Bellavista richiede alcuni passaggi a spinta causa eccessiva pendenza abbinata a fondo irregolare; sino a maggio 2017, prima del rifacimento del sentiero, l’ultimo tratto dell’ascesa al Generoso comportava ca 20/25 minuti di spinta del mezzo offrendo saltuari e brevi spunti di pedalata. Con il rifacimento la difficoltà / disagio del tratto ci viene segnalata diminuita notevolmente.
salita: la salita a Dosso dell’Ora avviene su single track interamente ciclabile dal fondo regolare con pendenze 9-11% e risulta di agevole pedalabilità con ultimo tratto dalle pendenze più accentuate (fino al 16%); qualche accorgimento è richiesto nella seconda parte in virtù di stretti angoli di curva; la salita poco dopo Bellavista risulta invece più difficoltosa svolgendosi attraverso ripida mulattiera/sentiero boschivo dal fondo tortuoso e con pendenze che giungono fino al 21% richiedendo inevitabilmente spinta del mezzo. Successivamente il passaggio in single track diviene più agevole (pendenze 6-9%) per riprendere il grado di complessità all’avvicinarsi della stazione del trenino con ultimo tratto a spinta causa fondo non ciclabile. Seguiranno, intervallati da passaggi in discesa, 4 brevi tratti in salita, di cui i primi 3 su sentiero e l’ultimo, più lungo,  su sterrato che risale in territorio elvetico: tutti si caratterizzano per pendenze decisamente abbordabili, massimo 10-11%
discesa: la discesa più complessa viene affrontata scendendo dal Monte Generoso in direzione della Valle d’Intelvi lungo single track tendenzialmente piuttosto scorrevole ma che richiede proprio per tale motivo attenzione; le pendenze si alternano tra passaggi al 15-17% e passaggi al 7-9%. I restanti passaggi in discesa avvengono perlopiù su agevoli strade forestali/poderali (pendenze mediamente 9-11%, max 14% su ultimissimi metri in asfalto prima di entrare nell’abitato di Cabbio)
% sterrato: 85%, il passaggio principale su asfalto ha luogo nel primo tratto uscendo da Cabbio su strada a bassissima percorrenza traffico veicolare
ricordarsi: carta di identità per transito in territorio elvetico
note: //

Downloads ad oggi:  1464

32 risposte a Monte Generoso

  1. Pietro Nacci dice:

    E’ possibile farlo in senso antiorario ?
    Grazie

    • Il Team dice:

      Si, ma probabilmente i tratti da condurre a mano richiedono più tempo; sicuramente non è ciclabile la salita al generoso ed è possibile che in alcuni tratti le forestali percorse siano troppo ripide e/o accidentate. Il verso ottimale è quello indicato nell’itinerario (non è mai stato provato al contrario per cui la risposta è un feedback sulla base del giro percorso come descritto).

  2. Angelo dice:

    Noi domani mattina siamo li se qualcuno si aggrega è benvenuto!!!
    🙂

  3. Luigi dice:

    Buongiorno. Volevo fare il giro questa domenica, ma viste le piogge passate, e le previsioni non bellissime di sabato, secondo voi è fattibile fare il giro questa domenica? O è meglio rimandare? Il giro è per me già impegnativo, ma se devo farlo anche col fango preferisco rimandare.
    Grazie

    • Il Team dice:

      Buona parte del fondo è roccioso/compatto. Certo che ti perdi buoni panorami. Il meteo svizzero anche per domenica non è il massimo.
      Ciao

      • Luigi dice:

        Grazie. Non avevo neanche pensato di guardare il meteo svizzero. A sto punto vedremo domenica come sarà il tempo.

  4. Luigi dice:

    Ok grazie! Ma per adesso il giro è rimandato… fa troppo caldo 🙂

  5. Luigi dice:

    Ho un paio di domande: è possibile iniziare il percorso lasciando l’auto in Italia? E c’è un rifugio dove ci si può fermare per pranzo?
    Grazie mille

    • Il Team dice:

      Ciao,
      Macchina in Italia: o in Val d’Intelvi (CO), praticamente ai margini dell’itinerario oppure da Cernobbio/Maslianico (CO) ma dovendo poi risalire la valle sino a Casima (da valutare a quel punto se da Castel San Pietro la traccia in fuoristrada visibile sulle mappe che passa dall’Alpe Caviano sia percorribile in bici fino al Dosso dell’Ora tagliando fuori cosi’ il tratto in asfalto).
      Dove mangiare: esiste ristorante in vetta al Monte Generoso, classici rifugi durante il percorso non dovrebbero essercene nelle immediate vicinanze dell’itinerario. Se scopri qualcosa segnalacelo!

    • Marcello dice:

      Baita Orimiento all’omonima alpe!.
      Ottima ed economica cucina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *