Monte Pian Nave

Breve descrizione itinerario

Giro all’interno della Valtravaglia con circumnavigazione ed ascesa alla vetta del Monte Pian Nave, modesto rilievo posto a poco più di 1050 mt di quota; l’itinerario ha inizio dall’abitato di Mesenzana e si caratterizza per una prima parte, Mesenzana-Roggiano- Brezzo di Bedero, mista tra asfalto (poco) e strade forestali poco impegnative; nella parte centrale, dopo aver raggiunto l’abitato di Brezzo di Bedero, ha luogo il tratto più impegnativo e caratteristico del percorso con l’ascesa alla sommità del Monte Pian Nave (in realtà ci si ferma poco sotto presso un poco panoramico spiazzo erboso): prima parte di salita su asfalto per ca 2,5 km, segue poi un tratto su sterrato sassoso fino a Pian di Cuvinic da cui è possibile ammirare ottimo scorcio sul Lago Maggiore; un ultimo strappo in salita, leggermente più impegnativo, conduce nei pressi della vetta. Dopo la meritata pausa, l’itinerario riprende in discesa su single-track in direzione di Pian di Cuvinic (bivio incontrato durante la salita) da cui ha inizio una veloce sterrata per San Michele, caratteristico borgo con interessante punto panoramico (proseguire olre la chiesetta) su Lago Maggiore, Alto Vergante e rilievi dell’Alto Lago. Da San Michele si imbocca il sentiero del Fondista, di fatto una forestale ben tenuta, che con andamento in piacevole saliscendi porta ad imboccare la discesa, dapprima sterrata e poi asfaltata per Mesenzana
nazione: Italia
zona: Valtravaglia
provincia: Va
da: Mesenzana
a: Mesenzana
vista: Lago Maggiore centrale e golfo Borromeo, Valtravaglia, Prealpi ticinesi (M.te Lema), Prealpi luinesi

ALTIMETRIA QUOTE E DISTANZA

dislivello totale salita: mt 1085
quota massima:  mt 1021
quota minima: mt 236
km totali: 32,2

SENSO DI MARCIA

girare in senso antiorario

TEMPO DI PEDALATA

di puro movimento  3 ore e 30 minuti

SINTESI VALUTAZIONI

panorami: 4/10
difficoltà salita: 7/10
difficoltà discesa: 6/10
impegno fisico: 7/10

NOTE GENERALI (ES. NON PEDALABILITA’, DIFFICOLTA’ PARTICOLARI, NOTE VARIE, ECC.)

pendenze: massima salita pedalabile 14% per un breve tratto su asfalto nella zona di Roggiano, massima discesa 19,3% scendendo su asfalto verso Brezzo di Bedero
tratto a mano:  assente
salita:  il tratto più impegnativo è costituito dalla salita al Monte Pian Nave, svolgendosi – esculsi i primi 2,5 km ca su asfalto – su strada a fondo sassoso/ghiaioso (tipico fondo locale noto come “Strà di Caver” – che tradotto dal dialetto locale significa “strada delle capre”) con pendenze che oscillano tra l’8 ed il 10%. Nell’ultimo tratto finale prima della vetta,  in prossimità del bivio di Pian di Cuvinic, le pendenze aumentano tra il 10 ed il 12,5% su fondo più dissestato e mobile
discesa: si svolge in prevalenza lungo le strade militari (sterrate) della vecchia Linea Cadorna; prestare attenzione in quanto il fondo sassoso/ghiaioso può far perdere spesso l’aderenza
% sterrato: 73%
ricordarsi: //
note: //

Downloads ad oggi:  126

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *