Monte Sette Termini – Monte La Nave

Breve descrizione itinerario

Giro circolare che si sviluppa tra la val Travaglia e la val Marchirolo all’interno dei boschi del Monte Sette Termini (detto anche Bedeloni) e del Monte La Nave offrendo ottimi panorami sul Verbano, sull’arco alpino e sul Ceresio. Partendo dalle porte di Luino, presso comoda area di parcheggio, dopo un breve tratto stradale in asfalto ci si immette sulla ciclabile che costeggia il torrente Margorabbia e la si segue sino a Grantola ove ci si prende l’asfalto della provinciale 43 (prima dell’attraversamento del sottopasso). Si abbandona quasi subito l’arteria principale per salire (deviazione a sinistra) in direzione di Bosco Valtravaglia. L’ascesa procede con pendenze regolari e non particolarmente impegnative; giunti al paese nei pressi di un evidente bivio si prosegue dritto imboccando la strada che sale al Sette Termini. Quasi al termine della salita in asfalto la traccia gps compie una variante in fuoristrada su sentiero seguendo le indicazioni della 3V: il primo tratto è piuttosto dissestato ancorchè di fatto interamente pedalabile, segue poi un tranquillo percorso in saliscendi che conduce a riprendere l’asfalto che sale da Cugliate; questo tratto, volendo, può essere evitato proseguendo su asfalto. In ogni caso entrambe le possibilità si congiungono ai margini della sommità del Sette Termini ove una strada forestale, delimitata poco dopo da una sbarra, conduce ad un panoramico pianoro con vista mozzafiato sul Verbano, sulla catena del Rosa ed i rilievi della Val Grande. Nei pressi della pianoro prativo una traccia erbosa sale alla sommità del Sette Termini che si raggiunge piuttosto celermente. La vetta di per sé è piuttosto insignificante e coperta dalla vegetazione per cui val la pena proseguire immediatamente oltre, lungo il sentiero che entra nel bosco. Dopo un primo tratto in modesta ascesa, inizia una divertente traccia in discesa dai boschi, caratterizzata da tratti di veloce trail e tratti decisamente più impegnativi e tecnici: questo tratto di sentiero, creato di fatto dal passaggio nel tempo di bikers ed escursionisti, termina nei pressi di una forestale che porta a ritrovare l’asfalto della strada che sale da Cugliate (di fatto in prossimità a dove era terminato il tratto precedente di sentiero percorso in salita sopra segnalato). Si prosegue ora in discesa per circa 1 km, verso il Pian della Nave, deviando sulla sinistra per l’Alpe Paci e S.Paolo. Tratto inizialmente misto asfalto/sterrato, poi tenendo la sinistra al primo bivio incontrato, sterrato sassoso fino a quasi alla fine ove; nel tratto finale, dalla forestale si stacca dritto una traccia di sentiero che aggira la culmine del Monte La Nave terminando sulla sua sommità nei pressi di un ingresso delle gallerie della Linea Cadorna (visitabile internamente con una normale torcia di illuminazione – ed in ottimo stato di manutenzione). Dalla sommità del Monte La Nave scende un sentiero a tratti sconnesso e pietroso (sembra quasi uno il letto di un ruscello – opportuna una full) che conduce nei pressi della Chiesa di San Paolo, ottimo punto panoramico sul Ceresio e sul Luganese (la discesa termina sulla sterrata che proviene dall’Alpe Paci per cui, chi volesse evitare la salita al Pian Nave, può proseguire dritto al bivio iniziale); da S. Paolo segue un tratto di sentiero che ben presto si trasforma in una mulattiera in salita resa impedalabile per breve tratto dal deflusso di acque durante i temporali. Superato questo tratto difficoltoso inizia il ritorno attraverso una serie di saliscendi misto sentiero/strade militari della Linea Cadorna  transitando da alcune località presenti in mappa quale l’Alpe Brò, la Bocchetta di Noogh, nuovamente il Pian della Nave e l’Alpe del Campogino sino a ritrovare l’asfalto poco prima dell’abitato di Montegrino Valtravaglia. Attraversato il paese in direzione di Bosco Valtravaglia, la traccia gps dopo circa 200 metri si stacca sulla destra: percorrendo dapprima una strada di bosco e successivamente un ripido (con alcuni passaggi tecnici) sentiero nel bosco, si giunge nei pressi del luogo di partenza: anche in questo caso chi volesse evitare quest’ultimo tratto (comunque divertente per chi ama la discesa) nei pressi di Montegrino è sufficiente che prosegue a destra su asfalto
nazione: Italia
zona: Val Travaglia
provincia: Va
da: Voldomino (Luino)
a: Voldomino (Luino)
vista: gruppo del Monte Rosa, Mischabel, rilievi della Val Grande (Monte Zeda), Monte Limidario, Luganese, Massiccio del Campo dei Fiori

ALTIMETRIA QUOTE E DISTANZA

dislivello totale salita: mt 1190
quota massima:  mt 990
quota minima: mt 202
km totali: 37

SENSO DI MARCIA

girare in senso antiorario

TEMPO DI PEDALATA

di puro movimento  3 ore e 50 minuti

SINTESI VALUTAZIONI

panorami: 8/10
difficoltà salita: 6/10
difficoltà discesa: 7/10
impegno fisico: 7/10

NOTE GENERALI (ES. NON PEDALABILITA’, DIFFICOLTA’ PARTICOLARI, NOTE VARIE, ECC.)

pendenze: massima salita pedalabile 14%, massima discesa 30%
tratto a mano: 2 minuti circa, dopo la chiesa di San Paolo causa un breve tratto di mulattiera che risulta essere stato eroso dall’acqua e che pertanto non risulta assolutamente pedalabile per le cattive condizioni del fondo
salita:  la maggior parte della salita al Sette Termini si svolge su asfalto con pendenza che in genere non supera l’8%: per l’ascesa alla vetta occorre però transitare per un breve tratto su traccia prativa dove la pendenza supera il 12%; più impegnativa risulta l’ascesa al monte La Nave dove il fondo sassoso si abbina a pendenze tra l’8% ed il 10%, con tratto finale su sentiero al 11%
discesa:  complessivamente i diversi tratti di discesa su sentiero risultano di media difficoltà; non mancano tuttavia alcuni passaggi più impegnativi, sopratutto il sentiero che si imbocca dopo Montegrino Valtravaglia e che conduce al tornante in asfalto prima della conclusione, con pendenza massima al 25% e caratterizzato da alcuni passaggi che richiedono attenzione; altro sentiero da segnalare per grado di difficoltà è la traccia che scende dalla sommità del Monte Sette Termini, con pendenza massima al 30% ed alcuni tratti da prestare attenzione (incluso un passaggio prudenzialmente da percorrersi a mano se non si è dotati di una DH causa impegnativo gradino con radici). Molto semplici infine i tratti di discesa su forestale
% sterrato: 53%
ricordarsi: dotarsi di torcia di illuminazione (se sprovvisto di apposita illuminazione lo stesso telefono cellulare) per visitare le gallerie della Linea Cadorna scavate sulla sommità del Monte La Nave
note: //

Downloads ad oggi: 139


5 risposte a Monte Sette Termini – Monte La Nave

  1. nembo dice:

    fatto sabato 07.05.2016… grazie per la condivisione
    alcuni aggiornamenti: all’inizio discesa dai sette termini il sentiero non è più presente si scende con bici a mano per 10 minuti per ritrovare la traccia più sotto… in zona montegrino presenza di lavori manutenzione bosco (in realtà sembrano interrotti da mesi) con traccia interrotta ma si può aggirare facilmente spingendo bici per 5 minuti
    discesa finale presente variante di notevole divertimento ( ben indicata in questi giorni per via del raduno annuale mtb “sette termini” ) per chi volesse ho il file gpx
    Ciao

  2. carlo dice:

    ciao nembo, vorremmo fare il giro sabato prossimo e ti sarei grato se potessi inviarmi la nuova traccia gpx.
    grazie
    carlo

  3. nembo dice:

    ok vi ho spedito update traccia gpx. ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *