Rive rosse

Breve descrizione itinerario

Giro che si caratterizza per il passaggio nell’area delle “rive rosse”, area collinare caratterizzata da terra rossa e da calanchi, rivestita da scarsa vegetazione. L’area offre passaggi particolarmente divertenti grazie a salti semiartificiali e vari saliscendi ed è meta frequentata da molti freeriders della zona. L’itinerario si sviluppa per la maggior parte su strade sterrate e single tracks nei boschi, non mancando tuttavia alcuni passaggi su asfalto con pendenze di tutto rispetto
nazione: Italia
zona: Biellese
provincia: Bi
da: Brusnengo
a: Brusnengo
vista: molto caratteristico il paesaggio offerto dalla rive rosse ed il contrasto tra la terra “rossa” e la vegetazione che richiama già le prime alture alpine (betulla) pur essendo su quote modeste

ALTIMETRIA QUOTE E DISTANZA

dislivello totale salita: mt 908
quota massima:  mt 659
quota minima: (partenza/arrivo) mt 264
km totali: 31,20

SENSO DI MARCIA

girare in senso antiorario

TEMPO DI PEDALATA

di puro movimento  2 ore e 40 minuti

SINTESI VALUTAZIONI

panorami: 7/10
difficoltà salita : 4/10
difficoltà discesa : 9/10
impegno fisico: 6/10

NOTE GENERALI (ES. NON PEDALABILITA’, DIFFICOLTA’ PARTICOLARI, NOTE VARIE, ECC.)

pendenze: max salita 17%, max discesa 23%
tratto a  mano: 5 minuti per sporadici e brevi tratti nella zona delle rive rosse per pendenze accentuate/percorso difficoltoso
salita: i tratti più significativi per lunghezza del tratto ascensionale si sviluppano su asfalto ove la pendenza massima raggiunte il 14% ca
discesa: prestare attenzione nella zona delle rive rosse i quanto gli ostacoli posti sui single tracks potrebbero creare rovinose cadute; per il resto si tratta di discese divertenti e mai pericolose
% sterrato: 70%
ricordarsi: protezioni agli arti, preferibili nella zona della rive rosse causa fondo molto duro abbinato a rocce sporgenti che in alcuni passaggi potrebbero indurre in rovinose cadute se si “osa” troppo (presente inoltre un’area di free-ride con salti semi-artificiali)

Downloads ad oggi:  1655

5 risposte a Rive rosse

  1. Pierpaolo dice:

    Veramente veramente bello! meglio di molti giri nella rinomata valle d’aosta: pinete tipiche da alta montagna, poi le mille collinette delle rive rosse, poi discese super-tecniche, paesaggi bellissimi, insomma fantasitco

  2. Stefano dice:

    Sapete dirmi il punto di partenza preciso del giro?
    Grazie

  3. Max dice:

    Molto bello soprattutto il tratto fino a Curino; dopo San Bononio si inizia con una discesa nel bosco piuttosto impegnativa, seguita da una lunga salita a tratti da fare a mano (di fatto è un percorso DH fatto al contrario!), quindi da una discesa estremamente difficile (pendenze a tratti molto elevate su fondo roccioso ricoperto da terriccio instabile).
    Uscendo dal bosco alla chiesetta di Curino è possibile girare a sinistra anzichè affrontare la ripida salita per San Bononio, e dopo un breve tratto su strada consortile deviare su uno sterrato che si mantiene a quota 440 metri per togliere la parte più estrema del percorso e permetterne la fruizione anche a chi non intende affrontare la parte più pericolosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *