Lago Tzan

Online dal 20-12-2020

Breve descrizione itinerario

Arrivo al Lago TzanBell’itinerario tra gli alpeggi sovrastanti Torgnon, in media Valtournenche, con massima escursione di quota presso l’isolato Lago Tzan, incastonato tra le rocciose montagne alla fine dell’omonimo vallone. Ottimi i single track percorsi sia in direzione del lago, sia per il rientro a Pian Prorion (Torgnon). Quest’ultimo infatti è il comodo e strategico punto di partenza. Nei pressi dell’area di parcheggio si imbocca la forestale contrassegnata con il segnavia nr. 1 (Tour degli alpeggi di Torgnon) e si segue la traccia gps che in leggera salita dapprima punta verso sud, poi al primo bivio incontrato devia a destra invertendo direzione continuando a salire con pendenze contenute sino ad affrontare un breve tratto troppo ripido e con fondo molto scassato che impone breve spinta del mezzo per scollinare. Proseguendo sempre lungo il segnavia nr. 1 si transita ai margini dell’Alpe Vieille per arrivare al laghetto dell’Alpe Gorza. Si prosegue sempre sul percorso nr.1 all’interno del bosco con un iniziale tratto in falsopiano ed alcuni successivi tornanti ove la forestale sale con più decisione raggiungendo e superando l’Alpe Tronchaney; proseguendo si incontra l’Alpe Courthoud e poco oltre si trova il bivio per l’Alpe Tsomioy, seguendo ora il segnavia nr.6. Le pendenze diventano decisamente più importanti e per circa 1,5 km – sino al bivio che verrà preso al ritorno per il sentiero nr.19 – raramente si scende sotto il 12-13% con tratti che spesso salgono al 16-18% su fondo fortunatamente discreto/buono. Dopo il citato bivio si continua sempre su larga forestale in direzione dell’Alpe per altri 1,7 km con pendenze che si assestano prevalentemente tra il 12 ed il 14% sino ad arrivare alla partenza del sentiero per il Lago Tzan, incontrato alla propria destra poco prima di giungere all’Alpe. Il sentiero presenta un iniziale tratto ripido (ma ciclabile con buon allenamento) per superare una gobbetta, poi prosegue in quota in leggera salita (e qualche breve discesa) con tratti moderatamente esposti (ed un tratto più esposto protetto da funi metalliche) entrando all’interno del vallone di Tzan con superbi panorami circostanti. Il sentiero pressochè ciclabile totalmente supera un tratto ripido prima di arrivare al bivacco Tzan, poi un tratto di discesa finale conduce al lago con possibilità di pedalare fino quasi alla fine dello stesso (impossibile però circumnavigarlo). Per il ritorno si compie il medesimo percorso dell’andata (quindi sentiero + sterrata) fino a quota 2.265 circa dove si abbandona lo sterrato per deviare – a destra – lungo il sentiero nr. 19. A parte qualche sporadico tratto a mano il sentiero si pedala discretamente bene, si compie un bel traverso prima di affrontare alcune ripide rampe: la prima nei prati di Pian di Cor dove si pedala al limite per via delle pendenze (necessario buon allenamento per affrontare un tratto al 20%), la successiva inevitabilmente a spinta prima di scollinare ed incontrare l’attacco della facile pista da DH che con facilità e buon divertimento su fondo molto flow conduce (dopo aver incrociato la strada percorsa in salita all’andata) nella zona degli impianti dell’Alpe Chantornè. Seguendo ora strettamente la traccia gps si affrontano un paio di forestali ed un tratto di sentiero che riportano a Pian Prorion evitando l’asfalto
nazione: Italia
zona: Valtournenche
provincia: Ao
da: Torgnon (località Plan Prorion)
a: Torgnon (località Plan Prorion)
vista: Cervino, Gruppo del Monte Rosa, vallone di Tzan, alpeggi di Torgnon

ALTIMETRIA QUOTE E DISTANZA

dislivello totale salita: mt 1.040
quota massima: mt 2.500
quota minima: mt 1.765
km totali: 30

SENSO DI MARCIA

girare in senso orario fino al primo incrocio di traccia, poi il senso diviene antiorario e ritornare orario nel medesimo incrocio traccia seguendo la pista da DH

TEMPO DI PEDALATA

di puro movimento 3 ore e 40 minuti

SINTESI VALUTAZIONI

panorami: 9/10
difficoltà salita: 6/10
difficoltà discesa: 6/10
impegno fisico: 7/10 (a dispetto del relativamente ridotto chilometraggio e dislivello, alcune ripide rampe pesano nell’economia del giro)

NOTE GENERALI (ES. NON PEDALABILITA’, DIFFICOLTA’ PARTICOLARI, NOTE VARIE, ECC.)

pendenze: massima salita pedalabile 21%, massima discesa 35%
tratto a mano: 15 minuti al massimo nel complesso. Nel dettaglio, qualche brevissimo tratto a mano andando e ritornando verso/da il Lago Tzan per tratti troppo ripidi (pochi metri/decine di metri), alcuni brevissimi passaggi non ciclabili sul sentiero nr. 19 in direzione di Pian di Cor e circa 5 minuti a spinta lungo il citato sentiero prima di scollinare per la presa della pista di DH stante la forte pendenza da affrontare
salita: tecnicamente non molto impegnativa svolgendosi prevalentemente su larghe forestali; ovviamente più impegnativa la percorrenza sul sentiero escursionistico verso il Lago Tzan. I tratti più ripidi, come già indicato nelle note descrittive del percorso, si affrontano salendo all’Alpe Tsomioy e lungo il sentiero nr. 19 prima dell’attacco della pista da DH
discesa: facile la discesa lungo la pista da DH, molto scorrevole e priva di passaggi pericolosi; alcuni passaggi ritornando dal Lago Tzan necessitano particolare attenzione per via dei passaggi moderatamente esposti sul vallone di Tzan
% sterrato: 99%
ricordarsi: //
note: itinerario percorso a luglio 2020 e pubblicato a dicembre 2020

Avvertenza: l’utilizzo della traccia è ad esclusivo proprio rischio e lo scarico è reso disponibile per finalità di mera informazione e statistica. Chi decide dunque di affrontare il percorso si assume tutte le responsabilità per rischi e pericoli a cui si può andare in corso, considerando altresì che la percorribilità e lo stato delle strade e dei sentieri muta nel corso del tempo e che non sussiste alcun obbligo di Itinerari-mtb.it a mantenere aggiornate le informazioni essendo un mero sito illustrativo degli itinerari storicamente percorsi dai componenti del Team. Itinerari-mtb.it declina pertanto ogni responsabilità per conseguenze legate all’uso della traccia o delle informazioni legate alle presente scheda di itinerario


Lago Tzan PendenzeLago Tzan Altimetrie

Highlights del percorso (quasi simile) gentilmente messi a disposizione dal Canale telematico di “Gianni – Black Devil Iorio”

2 risposte a Lago Tzan

  1. Gianni Iorio (Black Devil) dice:

    Beh caro Marco e caro Paolo,
    sicuramente uno dei giri più belli e divertenti che ho fatto finora in VdA e che raccomando a tutti quelli che hanno discrete doti fisiche e tecniche per goderselo al meglio.
    Come sempre, grazie per la condivisione sul Vostro pregiato sito del mio Canale YouTube “I Sentieri di Black”.
    E speriamo nel 2021 di tornare finalmente a fare qualche bel giro assieme: mi mancate 😉

    A presto

    Black

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *