Simplon – Panoramaweg, Rundweg Bergalpe e Stockalperweg

Online dal 08-09-2019

Breve descrizione itinerario

RotelschseeIl giro è da considerarsi cicloalpinistico in quanto permette di arrivare al Passo del Sempione (Simplonpass) percorrendo un sentiero in quota che ha inizio dagli alpeggi superiori di Simplon Dorf (per la precisione Homatta) e permette di beneficiare degli splenditi paesaggi che offre il Sempione da un insolito punto di vista, senza dubbio con un percorso più faticoso e poco ciclabile ma al contempo più panoramico e caratteristico. Adatto quindi a chi tollera passaggi anche lunghi con MTB a spinta/spalla. Per la salita dunque si sfrutterà il citato percorso del “Panoramaweg”, poi giunti in prossimità del Passo del Sempione si seguirà un anello panoramico su facili sentieri/sterrati denominato “Rundweg Bergalpe” ed infine per il rientro a Gabi -punto di partenza- ci si divertirà percorrendo lo “Stockalperweg”, ottimo sentiero completamente ciclabile già percorso alcuni anni orsono attraverso un itinerario presente all’interno del sito sotto il titolo “Le antiche vie del Sempione: Furggupass, Simplonpass e Stockalperweg”.
Nel dettaglio a seguire i tre percorsi principali.
Panoramaweg
Si parte dall’abitato di Gabi nei pressi di una comoda area di parcheggio in fondo al quale sono presenti le indicazioni per lo Stockalperweg, il sentiero che collega il Vallese (Briga) con l’Italia. Seguendo prima l’ampia mulattiera in discesa e poi una più stretta (facile) traccia di sentiero nel bosco, si risale in direzione delle gallerie della A9 transitando lungo una via secondaria in asfalto che corre sottostante al viadotto. Da qui, seguendo le indicazioni del sentiero escursionistico (“Bergwanderweg”), si trova una facile traccia che corre nel terrazzamento prativo che sovrasta una delle citate gallerie e dopo un centinaio di metri circa, con eventualmente pochissimi metri a mano causa eccessiva pendenza e fondo scomposto, ci si immette – a sinistra – ora sull’ampio sentiero che sale in Laggintal, dalle pendenze piuttosto rilevanti considerato il fondo prativo non semplice da pedalare sopratutto nella prima parte. Nel giro però di pochi minuti la mulattiera conduce in prossimità di alcune abitazioni (quota 1.385) dove si incontra una strada asfaltata; si prosegue ora dunque su tale traccia ritornando a ritroso in leggera discesa e nel giro di alcuni km (circa 3) ci si trova facilmente alle porte di Simplon Dorf. Nei pressi delle prime abitazioni la traccia gps si stacca a destra in discesa seguendo le indicazioni del percorso consigliato per le MTB, transita sotto la A9 e prosegue su asfalto (tenere dapprima la sinistra e poi la destra ai due bivi che si incontrano) risalendo in direzione delle baite di Heji. A quota 1.630 si abbandona l’asfalto per proseguire sul Panoramaweg, una larga strada a mezza costa in falsopiano (sarebbe su asfalto ma è talmente sbriciolato che di fatto è divenuto nel tempo fondo sterrato) che conduce sopra l’abitato di Egga attraversando il Grifelwald e che porta ad incrociare la strada (su asfalto più o meno nelle stesse condizioni precedenti) che sale all’Alpe di Homatta. La salita è piuttosto facile trattandosi di pendenze quasi costanti e mai proibitive e man mano che procede propone, come nelle tratte precedenti, interessanti sguardi panoramici sulla catena alpina che circonda Simplon Dorf (Fletschhorn e Weissmies su tutti) e il vicino Passo del Sempione. Raggiunte dunque, senza particolari affanni, le baite superiori dell’alpeggio di Homatta, a circa 1.990 metri, si incontrano i cartelli escursionistici di un sentiero che si stacca a sinistra dalla strada che salirebbe agli ulteriori alpeggi superiori: inizia così il tratto vero e proprio di sentiero del Panoramaweg la cui percorrenza richiederà all’incirca 1 ora e 15/20 minuti circa e prevalentemente i tratti saranno a spinta/a spalla. Effettivamente si è spinto per complessivi 55 minuti prima di giungere in prossimità del Passo, con una prima parte dopo la baita in cui si sono alternati tratti pedalati (circa 10 minuti nel complesso) a tratti a spinta (circa 15 nel complesso), seguiti da una lunga parte centrale interamente non ciclabile di circa 35 minuti con prevalente spallaggio del mezzo a causa della necessità di guadagnare quota (circa 130 metri) per superare una balza rocciosa, ed infine una terza parte prevalentemente ciclabile che ha condotto al Rotelschsee, bel lago alpino sopra l’Ospizio del Sempione: da segnalare in questa terza tratta solo pochi minuti a spinta attraversando una zona piuttosto rocciosa in prossimità di alcuni laghetti alpini che precede un bellissimo e scorrevole single-track che scende in direzione del Passo con vista addirittura sul ghiacciaio dell’Aletsch.
Rundweg Bergalpe
In questa parte centrale dell’itinerario ci si innesta su un percorso circolare che collega i vari insediamenti alpini/villaggi in cui si divideva, sin dalla antichità, il grande alpeggio del Sempione e che permette di ammirare il tipico paesaggio della Bergalpe del Passo del Sempione fatto di dossi, paludi, pascoli alpini e proprietà private murate con lunghe file di pietre tra i pascoli. La traccia innanzitutto aggira il Rotelschsee ed evitando di scendere all’Ospizio del Sempione, transita presso le belle abitazioni della sovrastante alpe attraverso un percorso in fuoristrada ben contrassegnato dalle indicazioni sentieristiche; si scende poi verso l’asfalto della A9 in prossimità del Passo, lo si attraversa e si prosegue su sentiero dapprima in discesa (evitare la deviazione per Briga attraverso lo Stockalperweg) ed in seguito in leggera salita per arrivare ad un successivo piccolo aggregato di abitazioni. Un tratto in salita, di cui una cinquantina di metri piuttosto ripidi su mulattiera, portano a superare un dosso oltre il quale si trova il secondo bel lago alpino di giornata: si tratta del Hopschusee. Qui si percorre il facile sentiero che lo fiancheggia sino ad arrivare rapidamente alla testa del laghetto, poi seguendo una flebile traccia nei prati (si potrebbe proseguire sul sentiero principale ma si sale con tratti poco ciclabili) ci si muove in direzione delle baite del villaggio di Hopsche (brevissima risalita a mano nei prati) dove si incontra uno sterrato. Stando sulla strada ed evitando una prima deviazione a destra (traccia su sentiero troppo scassata in discesa) si segue il percorso in discesa e quasi al termine dello sterrato lo si abbandona sulla destra (deviazione poco evidente) per ricollegarsi alla traccia di sentiero evitata in precedenza. Ora si rimane senza possibilità di errore sul bel single-track che prima attraversa una caratteristica zona rocciosa utilizzata spesso come palestra di roccia ed in seguito scende in maniera molto scorrevole verso il villaggio di Blattu. Da qui, seguendo la deviazione per il Bistinepass (da abbandonare poco dopo), su traccia di sentiero che attraversa i prati ci si porta verso il villaggio di Bielti dove un tratto di asfalto in leggera discesa conduce alla piana del vecchio Ospizio del Sempione dove una brevissima risalita di quota permette di intercettare lo Stockalperweg.
Stockalperweg
E’ un ottimo sentiero del XVII secolo sviluppato/ristrutturato ad opera del commerciante Von Stockalper per collegare commercialmente Briga con l’Italia attraverso il Passo del Sempione. La traccia si sviluppa quasi totalmente in discesa e risulta pressochè ciclabile salvo qualche brevissimo passaggio più insidioso allorchè si incontrano un paio di brevi scalinate. In un paio di punti ci si allontana dal sentiero ufficiale: uno per evitare un tratto a mano nei pressi di Engeloch e l’altro per mantenere il percorso consigliato per le MTB; si superano così Nideralp, Chluismatte, Maschihuis, Egga per arrivare in Simplon Dorf dove si percorre un breve tratto in asfalto ripercorrendo in parte la strada seguita all’andata. L’asfalto viene però abbandonato dopo circa 600/700 metri dalle ultime abitazioni di Simplon Dorf allorchè si trovano sulla sinistra le indicazioni dello Stockalperweg che scende a Gabi in prossimità del punto di partenza
nazione: Svizzera
zona: Passo del Sempione
provincia: Cantone Vallese – CH
da: Gabi
a: Gabi
vista: Weissmies, Fletschhorn, altopiano dell’Altesch e rilievi attigui, Monte Leone e Breithorn, Laggintal

ALTIMETRIA QUOTE E DISTANZA

dislivello totale salita: mt 1.325
quota massima: mt 2.150
quota minima: mt 1.220
km totali: 35,6

SENSO DI MARCIA

girare in senso antiorario

TEMPO DI PEDALATA

di puro movimento 4 ore e 45 minuti

SINTESI VALUTAZIONI

panorami: 9/10
difficoltà salita: 4/10
difficoltà discesa: 6/10
impegno fisico: 7/10

NOTE GENERALI (ES. NON PEDALABILITA’, DIFFICOLTA’ PARTICOLARI, NOTE VARIE, ECC.)

pendenze: massima salita pedalabile 15,5%, massima discesa 20%
tratto a mano: poco più di 1 ora complessivamente per quanto sopra dettagliatamente descritto
salita: facile; la parte pedalabile infatti si svolge su sterrati o tratti in simil-asfalto. Il pezzo più faticoso ma tecnicamente non molto difficile è la risalita nella Laggintal, dopo la partenza da Gabi, dove le pendenze possono arrivare a toccare il 14-15% sopratutto nella parte iniziale sopra il terrazzamento della galleria della A9. Per il resto raramente si supera il 10% nel complesso della salita verso il Passo del Sempione (chiaramente da tale discorso non sono stati considerati i tratti sul Panoramaweg che in salita comunque sono quasi totalmente non ciclabili)
discesa: tecnicamente piuttosto facile; trattandosi però comunque di un percorso di discesa su sentieri di montagna qualche passaggio tecnico su roccia va messo in preventivo
% sterrato: 54% (considerare in aggiunta un altro 15% su asfalto più simile a sterrato in virtù della qualità del fondo)
ricordarsi: portare carta di identità per transito in territorio della Confederazione Elvetica
note: //



Simplon PendenzeSimplon Altimetrie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *