Al cospetto del Cervino dal Colle di Fontana Fredda

Breve descrizione itinerario

Giro di grandi soddisfazioni paesaggistiche all’interno della media Valle del Cervino, in Valtournenche; nella parte centrale, di maggior interesse, si svolge  lungo i sentieri e le gippabili che caratterizzano le conche di Chamois e Cheneil, piccoli e caratteristici abitati in grado di offrire scorci suggestivi sui circostanti rilievi di questo lembo di Valle d’Aosta, ove domina indiscusso il Monte Cervino. L’itinerario ha inizio a fondovalle dall’abitato di Buisson in prossimità del comodo parcheggio della funivia Buisson-Chamois e percorre in facile saliscendi (eccezione fatta per una brevissima salita finale decisamente impegnativa) il percorso della pista di sci di fondo sino ad Antey Saint Andrè ove si imbocca la strada in asfalto in direzione di La Magdeleine. Questo tratto non risulta particolarmente impegnativo e conduce senza insidie al sopracitato abitato, superato il quale dopo un paio di chilometri si abbandona l’asfalto per imboccare sulla sinistra la panoramica  e pianeggiante strada sterrata per Chamois, chiusa al traffico dei veicoli a motore. Atraversando alcuni alpeggi, in particolare l’Alpe Copetou , con alternanza di tratti aperti a tratti nel bosco, si giunge al ponte sul torrente Chamois ove si apre la vista su Corgnolaz, principale centro del comune di Chamois. Superato il centro del paese ed abbandonati gli ultimi nuclei sparsi di case la strada, nel frattempo divenuta sterrata, comincia a salire con pendenze progressivamente impegnative, in direzione dei sovrastanti alpeggi in direzione del Colle di Fontana Fredda: nell’ordine si superano l’Alpe Novalles, l’Alpe Foresus (il tratto che la precede è particolarmente impegnativo con pendenze fino al 19%) e l’Alpe Glavin. Intersecando più volte la linea della seggiovia e le piste da sci, con alternanza di tratti agevoli a tratti più ripidi si giunge alle ultime rampe poste sotto il Colle, ben visibile sin dall’ultima stazione di partenza degli impianti. Mentre le penultime 2 rampe risultano pedalabili seppur con le dovute soste, l’ultima supera i limiti della ciclabilità causa eccessiva pendenza e fondo sconnesso richiedendo un breve (meno di 5 minuti) tratto a spinta, salvo ultima ventina di metri che ritorna pedalabile, per la soddisfazione di arrivare in cima pedalando! Al colle, proseguendo per un paio di minuti lungo la sterrata, si giunge ad un pianoro nelle vicinanze della chiesetta della Madonna di Clavalitè, da cui si apre un magnifico scenario verso le Grandes Murailles ed il Cervino che appaiono in tutto lo splendore. Al termine della meritata sosta si ritorna rapidamente al Colle di Fontana Fredda ed ha inizio la discesa a Cheneil: la prima parte è costituita da un sentiero roccioso che richiede spesso discesa dalla sella, succesivamente diviene più facile svolgendosi su single-track tra verdi prati fino Cheneil.  Avendo di fronte agli occhi una magnifica vista sul Cervino ed attorniati da verdi prati, inizia l’ultimo tratto di discesa in fuoristrada verso Valtournenche inizialmente lungo il sentiero 1 dell’Alta Via ed in seguito, incrociando la strada sterrata, lungo il sentiero- segnavia 32, particolarmente divertente in quanto molto scorrevole e caratterizzato da una serie di curve veloci su fondo perfetto. Il tracciato termina nei pressi del piccolo abitato di Servaz ove un tratto in asfalto conduce, transitando da una zona di campeggio attrezzata, nei pressi del lago di Maen, alle porte di Valtournenche; riprendendo la strada principale di fondovalle, gli ultimi chilometri di asfalto riconducono a Buisson nazione: Italia zona: Valle d’Aosta, Valtournenche
provincia: Ao
da: Buisson
a: Buisson
vista: Media ed Alta valle del Cervino, catena montuosa del Cervino, Grandes Murailles

ALTIMETRIA QUOTE E DISTANZA

dislivello totale salita: mt 1.440
quota massima:  mt 2.501
quota minima: mt 1.136
km totali: 35,7

SENSO DI MARCIA

girare in senso antiorario

TEMPO DI PEDALATA

di puro movimento  4 ore e 10 minuti

SINTESI VALUTAZIONI

panorami: 9/10
difficoltà salita: 4/10
difficoltà discesa: 9/10
impegno fisico: 8/10

NOTE GENERALI (ES. NON PEDALABILITA’, DIFFICOLTA’ PARTICOLARI, NOTE VARIE, ECC.)

pendenze: massima salita pedalabile 22,8% nella penultima rampa prima di giungere al Colle di Fontana Fredda, massima discesa 33,8% lungo l’impegnativo sentiero che dal Colle scende a Cheneil
tratto a mano:  15 minuti complessivi: ultimi 5 minuti prima di giungere al Colle di Fontana Fredda causa eccessiva pendenza su tratto a fondo dissestato lungo la gippabile, a cui si aggiungono ulteriori 10 minuti complessivi circa in più frazioni in discesa dal colle verso Cheneil causa eccessiva pendenza e/o ostacoli lungo il tratto di sentiero particolarmente impegnativo; dopo Cheneil, sempre in discesa, seguono saltuari tratti di brevissima interruzione nella continuità della discesa in sella che non risultano però di entità tale da essere segnalati
salita:  primo tratto in asfalto da Antey fino a La Magdeleine di ca 9 km con pendenze inferiori al 10%; da Chamois inizia il tratto più impegnativo svolgendosi, tra l’altro, su gippabile: primo traverso prima dell’alpeggio di Foresus ove le pendenze oscillano tra il 14 ed il 19%, segue poi un tratto centrale con pendenze nell’ordine del 10-11%, se non meno, ed ultime rampe prima del Colle di Fontana Fredda ove la pendenza passa il 20%
discesa:  dal  Colle a Cheneil il sentiero è piuttosto difficoltoso svolgendosi su fondo roccioso (pendenza nell’ordine del 20%) che impone molteplici discese da sella; da Cheneil la discesa diviene più semplice, pur in presenza di pendenze più elevate (superiori anche al 30%) grazie al miglioramento del fondo e con una ultima parte decisamente facile e divertente su perfetto sentiero all’interno del bosco
% sterrato: 58%
ricordarsi://
note: //

Downloads ad oggi:  186

2 risposte a Al cospetto del Cervino dal Colle di Fontana Fredda

  1. Gianni dice:

    Molto bella la salita e relativo panorama, merita arrivare in cima.
    La discesa non mi è per niente piaciuta. Moltissimi tratti a piedi, solo una breve parte nel bosco, sul finale, molto bello e divertente.
    Tra l’altro ad un certo punto è impossibile seguire la traccia non essendoci un sentiero agibile.
    Consiglierei o di tornare dalle piste da sci o da uno dei numerosi sterrati ( per chi conosce la zona ) che si vedono dall’alto e penso permettano di fare un giro più pedalabile.

    • Il Team dice:

      Ciao, grazie del contributo, la traccia segue il sentiero ufficiale segnalato e si confermano le difficoltà nella parte iniziale come indicato in scheda con relativi tempi a mano. Stante il fatto che ad oggi è stata scaricata 91 volte senza segnalazioni negative, potrebbe essere che il sentiero ha subito dei peggioramenti nel frattempo ?? in ogni caso il sentiero dell’Alta Via 1 può essere evitato da Cheneil andando a prendere il successivo asfalto che scende alle frazioni di Valtournenche. Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *