Alpe di Gesero

Breve descrizione itinerario

Giro che ha inizio a Bellinzona, con partenza nei pressi dello stadio comunale. Dopo un breve tratto pianeggiante che costeggia il fiume Moesa e tratti in saliscendi all’interno del bosco su single track/mulattiera verso la Val Mesolcina, si comincia l’ascesa all’alpeggio del Gesero in prossimità dell’abitato di Roveredo (circa 13 km di salita in asfalto con una pendenza media del 10% e con tratti sino al 15%), passando dal centro abitato di Laura. Da segnalare che a metà della salita è presente una prima galleria munita di illuminazione artificiale. Passato il borgo di Laura, al termine della salita su asfalto in prossimità della vetta, Cadolcia, si incontra una seconda galleria priva di illuminazione – ma dal tratto rettilineo e dunque facilmente percorribile –  che permette di abbandonare la precedente vallata (Valle Mesolcina) ed entrare nella vallata del Gesero (Alpe di Cadinello);  su strada in parte gippabile ed in parte asfaltata si alternano passaggi in saliscendi fino al raggiungimento del rifugio “Capanna Gesero” e relativa Alpe ove di fatto ha inizio la discesa per il rientro. Dopo un iniziale tratto su asfalto si abbandona la strada principale per deviare su semplice single track/sterrato in direzione Alpe della Costa; una breve risalita conduce all’alpeggio da cui ha inizio uno sterrato che transita dall’Alpe d’Arbino, progressivamente lo sterrato si trasforma in sentiero prativo e successivamente boschivo  scendendo lungo le pendici del Motto d’Arbino; dopo un agevole passaggio nel bosco, segue però una discesa molto impegnativa, in alcuni tratti non ciclabile che tuttavia regalerà una suggestiva vista sulla valle di Bellinzona; il tratto su mulattiera termina in corrispondenza dell’abitato di Artore, alle porte di Bellinzona: da lì un breve tratto su asfalto al luogo di partenza
nazione: Svizzera
zona: Canton Ticino
da: Bellinzona
a: Bellinzona
vista che spazia sulla valle di Bellinzona; passata la galleria del Gesero si apre uno stupendo paesaggio alpino che accompagna piacevolmente nella pedalata oramai priva di particolare impegno fisico (ma non tecnico!…)

ALTIMETRIA QUOTE E DISTANZA

dislivello totale salita: 1711 mt
quota massima: 1834 mt
quota minima: (partenza/arrivo) 232 mt
km totali: 42,3

SENSO DI MARCIA

girare in senso orario; assolutamente non ciclabile la salita in senso contrario

TEMPO DI PEDALATA

di puro movimento 4 ore

SINTESI VALUTAZIONI

panorami: 9/10
difficoltà salita : 3/10
difficoltà discesa : 9/10
impegno fisico: 8/10

NOTE GENERALI (ES. NON PEDALABILITA’, DIFFICOLTA’ PARTICOLARI, NOTE VARIE, ECC.)

pendenze: strada asfaltata fino all’alpe Gesero con pendenza comprese tra il 9 e il 15%  in salita;  discesa lungo la mulattiera con pendenza massima del 29%
tratto a mano:  in discesa di ca 1 km per 15 minuti lungo la mulattiera che conduce dal Motto di Arbino ad Artore
salita: senza particolari difficoltà tecniche svolgendosi su strada asfaltata e/o facile gippabile
discesa: la prima parte dopo l’Alpe della Costa avviene nel  bosco con pendenze tra il 10 ed il 15% e non presenta particolari difficoltà; invece la seconda parte della discesa su mulattiera, dopo il Motto di Arbino, richiede notevole tecnica e mezzo adeguato, presentando ampi tratti di ridotta o nulla ciclabilità a causa della fondo particolarmente sconnesso e per la presenza di grosse rocce e gradini naturali che rendono difficile e piuttosto pericoloso rimanere in sella (pendenze per buona parte del tempo superiori al 20-25%)
% sterrato: 55% (tratto asfalto ca 19 km,  restante mulattiera, single track e carrareccia)
ricordarsi:  carta identità per transito dogana, vignetta per transito su autostrade svizzere ed una torcia da utilizzarsi in particolare nella seconda galleria in prossimità dell’alpeggio (prudenza vuole che venga porta con sè anche per la prima galleria, seppur munita di illuminazione artificiale)

Downloads ad oggi:  161


Una risposta a Alpe di Gesero

  1. Roberto dice:

    Fatto oggi 30 Ottobre 2014.
    Veramente un giro appagante e quindi vi ringrazio per la sua pubblicazione.
    Volevo avvertire che sono in corso lavori sulla ciclabile iniziale e ad un certo punto c’è un minaccioso segnale di divieto di accesso anche ai pedoni. In realtà oggi non c’era nessun problema e la traccia si poteva eseguire.
    Segnalo anche che la luce presente nella prima galleria era non funzionante e quindi senza luce sarebbe stata problematica. Io avevo un faro che uso nelle notturne quindi no problem. Grazie ancora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *