Nel Parco delle Capanne di Marcarolo: Monte Pracaban e laghi del Gorzente

Breve descrizione itinerario

Giro che si svolge all’interno del Parco delle Capanne di Marcarolo, al confine tra Piemonte e Liguria percorrendo ottime strade bianche e sentieri in genere agevoli, eccezion fatta per la parte centrale – opzionale – dell’itinerario. Anche i tratti di asfalto si caratterizzano per bassa percorrenza automobilistica.  La partenza dell’itinerario ha luogo in località Cirimilla (vicinanze di Lerma): un brevissimo tratto in asfalto fa da apripista per una piacevole ed a tratti faticosa risalita in fuoristrada al Monte Pracaban, punto di più elevata quota dell’itinerario (946 mt); gran parte della salita avviene su strada sterrata dal fondo regolare con alternanza di tratti all’interno del bosco e panoramici tratti scoperti, sempre più frequenti col prendere quota. In prossimità della località La Colma, la traccia diviene un sentiero (non sempre agevole) per giungere ad un erboso e panoramico pianoro finale ai piedi della vetta del Pracaban. Un ultimo agevole strappo in salita su traccia di sentiero conduce alla panoramica vetta. Qui, proseguendo in direzione opposta alla precedente risalita, si percorre una traccia di sentiero che scende in direzione della sottostante vallata, per ricongiungersi al sentiero ufficiale che porta a Capanne di Marcarolo; il sentiero si caratterizza per alcuni passaggi che richiedono una certa tecnica di discesa e diviene via via più semplice fino a trasformarsi in una strada sterrata dal fondo compatto che, alternando un primo tratto in discesa ed un successivo tratto in salita, ci porta ad imbattersi con la strada asfalta per Capanne. Percorrendo pochi chilometri in modesto saliscendi si può giungere alla citata località. A questo punto si ha l’opportunità di diversificare l’itinerario: proseguire per il ritorno a Cirimilla, quasi totalmente su sterrato (di cui a seguire in seguito la descrizione) oppure deviare sulla destra per compiere l’itinerario VARIANTE  ad anello che porta nella zona dei Laghi del Gorzente  attraversando la valle dell’omonimo torrente, molto caratteristica in quanto selvaggia e piuttosto stretta e nelle cui vicinanze è presente un noto rilievo della zona, il  Monte Tobbio.
La VARIANTE inizia in località “I Foi” deviando sulla destra per una strada sterrata ben tenuta che si inoltra in saliscendi all’interno del Parco per assumere un andamento in decisa discesa verso le Cascine Alberghi; qui la strada si riduce a sentiero, prima parte decisamente poco pedalabile (sembra uno scolo delle acque piuttosto che un sentiero!), seconda parte a tratti più scorrevole, ma tecnica e decisamente impegnativa causa di un sentiero con molteplici pietre ed ostacoli che interrompono frequentemente il ritmo della pedalata. La fatica viene ripagata dalla vista sul selvaggio territorio circostante, ove nella sottostante vallata scorre il torrente Gorzente;  il percorso ci porta, alternando tratti veloci a tratti accidentati e mantenendo sostanzialmente la quota, a vedere la diga del Lago Bruno. Con una breve ma poco pedalabile ripida discesa si attraversa un ponte sul canale di scolo della diga del sovrastante Lago Badana e si raggiunge la strada, sempre sterrata, che costeggia il Lago Bruno; la strada lascia poi il posto ad uno spettacolare single track che si sviluppa in piano ed in quota sul lato opposto del sentiero dell’andata, fino a raggiungere la Cascina Preadoga. Tramite un breve tratto di sentiero non particolarmente ciclabile si scende a valle  sino a  guadare senza particolari difficoltà il torrente Gorzente e riprendere sulla sponda opposta un sentiero in tendenziale discesa caratterizzato da alcuni brevi passaggi poco ciclabili causa fondo accidentato e che seguendo l’ansa del torrente conduce all’asfalto in località Ponte Nespolo. Si risale con pendenze regolari e non eccessive la strada asfalta per ca 5 km (alcuni saliscendi nel mezzo) per ritornare in località “I Foi”, poco oltre il punto in cui si è deciso, alcune ore  prima di abbandonare l’asfalto per percorrere l’anello di variante.
Raggiunto “I Foi” si conclude dunque la traccia di variante ritornando sul PERCORSO PRINCIPALE: la traccia gps porta a seguire una ampia sterrata con saliscendi fino alla località Case Cornagetta, proseguendo poi con andamento di prevalente discesa per Case Maggie, Mond’Ovile Inferiore e Maggiafontana sino a giungere al punto di partenza sempre in fuoristrada, eccezion fatta per gli ultimi metri in asfalto ove le tracce dell’andata e del ritorno si sovrappongono
nazione: Italia
zona: Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo, per maggiori informazioni visitare il link istituzionale del Parco all’indirizzo http://www.parcocapanne.it/
provincia: Al
da: Cirimilla
a: Cirimilla
vista: complessivamente risulta un giro che offre nella maggior parte dei momenti ottimi panorami svolgendosi al di fuori della vegetazione; la vetta del Monte Pracaban è in particolare molto panoramica consentendo infatti allo sguardo di abbracciare contemporaneamente il mare ligure (attraverso la depressione del Turchino), buona parte dell’arco alpino occidentale ed una vasta parte della sottostante pianura alessandrina. Molto bello anche il panorama offerto dai diversi scenari all’interno del  Parco delle Capanne di Marcarolo e dalla selvaggia valle del Gorzente con il caratteristico Lago Bruno

ALTIMETRIA QUOTE E DISTANZA

dislivello totale salita: mt 1.265  (solo Anello delle Capanne di Marcarolo m 910)
quota massima:  mt 953
quota minima: mt 233
km totali: 45,7 per il giro completo (solo Anello delle Capanne di Marcarolo km 28,17)

SENSO DI MARCIA

girare in senso antiorario

TEMPO DI PEDALATA

di puro movimento 5 ore e 30 minuti per il giro completo (solo Anello delle Capanne di Marcarolo 3 ore ca)

SINTESI VALUTAZIONI

panorami: 9/10
difficoltà salita: 9/10  (solo Anello delle Capanne 5/10)
difficoltà discesa: 8/10 (solo Anello delle Capanne 4/10)
impegno fisico: 8/10 (solo Anello delle Capanne 6/10)

NOTE GENERALI (ES. NON PEDALABILITA’, DIFFICOLTA’ PARTICOLARI, NOTE VARIE, ECC.)

pendenze: massima salita pedalabile 19,4% nella parte centrale della salita sterrata in direzione del Monte Pracaban; massima discesa 18,7% nell”Anello dei laghi del Gorzente
tratto a mano: ca 30 minuti complessivi nella percorrenza del single track all’interno della valle del Gorzente (Anello relativo alla VARIANTE, vedasi il campo “note” per maggiori dettagli) e ca 5 minuti complessivi nel tratto precedente il pianoro sottostante la vetta del Pracaban, nei pressi di un ripetitore, causa sentiero ripido ed accidentato
salita: in prevalenza su strada sterrata la risalita al Monte Pracaban con pendenze piuttosto irregolari caratterizzandosi per tratti in falsopiano, tratti in moderata ascesa 5-8% e tratti di pendenza piuttosto accentuata (13-19%) ancorchè le pendenze più significative riguardano brevi tratti; presente nell’ultima parte della salita alla vetta un tratto su accidentato sentiero ove in presenza delle pendenze più elevate (13-14%)  la pedalabilità risulta difficoltosa; l’andata dell’anello nella valle del Gorzente, in direzione del Lago Bruno, presenta un tratto non particolarmente lungo in salita con pendenze tra il 4 ed il 7% ma la cui pedalabilità è resa più difficoltosa per gli ostacoli presenti sul single track; da ultimo la salita su asfalto da Ponte Nespolo avviene con pendenze inferiori al 10%, alleggerite da un tratto centrale in discesa
discesa: su divertente single track con alcuni passaggi tecnici in discesa dalla vetta del Monte Pracaban; da segnalare inoltre che nella variante dei laghi del Gorzente sono presenti alcuni tratti particolarmente impegnativi che possono richiedere discesa del mezzo (prima di arrivare al ponte sul canale di scolo della diga del sovrastante Lago Badana e scendendo a guadare il Gorzente nei pressi della Cascina Preadoga); semplice infine la lunga discesa finale su sterrato che conduce al punto di arrivo, svolgendosi su sterrata dal fondo ben tenuto
% sterrato: 80% ca per entrambe le possibilità (giro lungo e corto)
ricordarsi: //
note: l’itinerario si svolge a basse quote su fondo in genere piuttosto drenante, pertanto è caldamente consigliato percorrerlo con miti temperature.
La variante che conduce nell’area dei Laghi del Gorzente è consigliata solo a coloro che sono muniti di bi-ammortizzata in quanto una front soffre decisamente troppo l’accidentato percorso in single track caratterizzato da continui ostacoli che rovinerebbero l’appagamento che invece l’itinerario può offrire per i luoghi/colori/scenari che caratterizzano questo lembo della valle del torrente Gorzente: in ogni caso vanno messe in preventivo un discreto numero di interruzioni di pedalata e diversi brevi tratti a spinta (dunque tanta pazienza! ed una spinta del mezzo per 25-35 minuti se sommiamo tutti i momenti nel complesso)

Downloads Anello delle Capanne di Marcarolo ad oggi:  494 Downloads VARIANTE Anello Laghi del Gorzente ad oggi:  395

2 risposte a Nel Parco delle Capanne di Marcarolo: Monte Pracaban e laghi del Gorzente

  1. lorenzo dice:

    Fatto oggi purtroppo forse causa frane la parte poco pedala bile è decisamente più consistente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *