Omegna – Alpe Camasca – Alpe Sacchi

Breve descrizione itinerario

Colle del RanghettoIl giro offre un buon livello paesaggistico con media difficoltà tra gli alpeggi posizionati lungo i rilievi presenti nel territorio occidentale sovrastante l’abitato di Omegna, sfruttando una buona rete escursionistica su forestali e sentieri ben segnalati dalla locale sezione Cai. Si parte dalla locale frazione di Cireggio, nei pressi di un comodo parcheggio antistante il complesso scolastico e si risale su strada asfaltata, seguendo le indicazioni per Le Quarne, sino al centro di Quarna Sotto, attraversato il quale svoltando a sinistra nei pressi di una sottostante piazzetta si raggiunge tra stretti vicoli in discesa il caratteristico Oratorio del Saliente. Passando a latere si imbocca una strada inizialmente asfaltata in discesa al termine della quale incontrata una caratteristica condotta d’acqua si inizia a risalire nel fitto bosco su terreno forestale in discrete condizioni. Superato il tratto più ripido con una serie di tornanti, la pendenza degrada e la forestale incontra l’asfalto nei pressi delle prime abitazioni dell’Alpe Camasca (1.190 mt). Dopo circa 500 metri su asfalto in risalita, la strada seguendo il segnavia CAI T20 prosegue su forestale superando in salita il Col di Stobj (1.265 mt) per giungere in successiva leggera discesa alla Bocchetta di Foglia (1.272 mt) fino poi ad incontrare, poco dopo, una sbarra che segna l’inizio della Forestale del Ranghetto. Proseguendo oltre, dopo un tratto di maggior salita, si incontra dapprima un’altra sbarra e successivamente si giunge al Colle del Ranghetto (1.272 mt) posto tra bei pascoli sovrastato dall’isolata Alpe della Piana. Il Colle del Ranghetto si presta ad una adeguata pausa offrendo un comodo punto panoramico con area attrezzata nei pressi di una cappelletta. La traccia di sterrato prosegue però oltre (evitare di risalire all’Alpe compiendo una inversione di quasi 180 gradi rispetto alla direzione di risalita) sovrastando l’Alpe Scafurno in un caratteristico traverso sul crinale montuoso e  termina nei pressi di una formazione rocciosa: nel giro di pochi minuti, con bici a spinta, la si supera per giungere sul versante opposto dove parte immediatamente una nuova sterrata che porta in rapida discesa all’Alpe Sacchi (1.230 mt). Evitando di proseguire lungo uno delle tracce presso il crocevia che si incontra, si scende inizialmente verso l’Alpe trovando quasi subito sulla destra una impercettibile traccia erbosa che si inoltra nel bosco (prestare dunque attenzione alla traccia gps), trasformandosi ben presto in un filante e divertente single-track che conduce ad una più ampia forestale nei pressi di un bivio per l’Alpe Soliva. La traccia gps tenendo la sinistra si sviluppa sempre in discesa lungo tale forestale, non sempre in perfette condizioni, superando facili attraversamenti di corsi d’acqua e caratteristici tratti in trincea nel bosco sino a ritrovare l’asfalto presso i Laghetti di Nonio. Costeggiando i laghetti, si incontra sulla destra una traccia di sentiero piuttosto tortuosa ma affidandosi ora scrupolosamente alla tracciatura gps il navigatore conduce alle porte di Omegna e quindi al punto di partenza
nazione: Italia
zona: Cusio
provincia: Vb
da: Omegna (frazione Cireggio)
a: Omegna (frazione Cireggio)
vista: Monte Mottorane, Lago d’Orta, catena del Monte Rosa

ALTIMETRIA QUOTE E DISTANZA

dislivello totale salita: mt 1.228
quota massima:  mt 1.279
quota minima: mt 333
km totali: 30,6

SENSO DI MARCIA

girare in senso antiorario

TEMPO DI PEDALATA

di puro movimento  3 ore e 40 minuti

SINTESI VALUTAZIONI

panorami: 8/10
difficoltà salita: 4/10
difficoltà discesa: 5/10
impegno fisico: 7/10

NOTE GENERALI (ES. NON PEDALABILITA’, DIFFICOLTA’ PARTICOLARI, NOTE VARIE, ECC.)

pendenze: massima salita pedalabile 14,5%, massima discesa 20%
tratto a mano:  meno di 10 minuti per superare con bici a mano il tratto di sentiero roccioso al termine dello sterrato proveniente dal Colle del Ranghetto
salita: piuttosto agevole svolgendosi su asfalto (pendenza media 8% tra Omegna ed Quarna Sotto) e su facili forestali (pendenza massima circa 14,5% nella risalita all’Alpe Camasca)
discesa: agevole anch’essa con la parte più complessa dopo i Laghetti di Nonio dovendo percorrere un tortuoso e malconcio sentiero che richiede comunque una media tecnica di discesa non presentando punti difficili e/o pericolosi
% sterrato: 77%
ricordarsi: //
note: //

Downloads ad oggi traccia: 202

Omegna-Alpe Camasca-Alpe Sacchi PendenzeOmegna-Alpe Camasca-Alpe Sacchi Altimetrie

2 risposte a Omegna – Alpe Camasca – Alpe Sacchi

  1. Lorenzo dice:

    Giro fatto ieri veramente bello per pedalabilita’ e scorci montani
    Abbastanza impegnativo fisicamente ma da consigliare sicuramente
    Complimenti allo staff
    Lorenzo

  2. Federico dice:

    Fatto oggi 25/02/17 è praticamente quasi tutto pedalabile. Poca neve e in parte pedalabile, un po’ si spinge.
    Il giro è davvero bello, ottimo per andare un po’ in quota anche in questa stagione. L’esposizione prevalente a sud fa sì che che la neve si scioglie presto.
    Salita mai eccessiva, anche se impegnativa per via del dislivello complessivo.
    La discesa è molto scorrevole e divertente.
    Grazie per la traccia. Siete sempre precisi e affidabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *