Piani di Artavaggio – Piani di Bobbio

Breve descrizione itinerario

Giro che permette di compiere una ottima escursione all’interno della Valsassina; dall’abitato di Ballabio si risale su panoramica strada asfaltata ed in seguito su strada sterrata alla Culmine di S.Pietro; dopo un breve tratto in discesa si prende a destra una comoda e panoramica strada di bosco che conduce ai Piani di Artavaggio il cui scenario  visivo è di particolare interesse; sullo sfondo figurano inoltre 2 rifugi (rifugio Nicola e rifugio Cazzaniga) che comunque non verranno toccati dall’itinerario in fuoristrada ma che possono essere oggetto di sosta di ristoro previa una breve variante caratterizzata da una salita piuttosto faticosa (oltre che una discesa “alla meglio” nei sottostanti prati): tale variante non è consigliata. Segue poi un inevitabile pericoloso traverso da compiere a mano con passaggi a corda fissa che conduce alla località Piani di Bobbio; in prossimità degli impianti della funivia ha inizio il tratto di discesa che riporterà alla partenza dell’itinerario. Il giro, diversamente da altri presenti in rete si caratterizza per seguire una traccia meno difficoltosa e più pedalabile anche se sopra i Piani di Artavaggio rimane il passaggio di ca. 1 ora a piedi sullo stretto ed esposto sentiero sopracitato
nazione: Italia
zona: Valsassina
provincia: Lc
da: Ballabio
a: Ballabio
vista: ottimi panorami sulle prealpi lecchesi e bergamasche; nella prima parte dell’itinerario si possono altresi’ ottenere interessanti scorci del ramo lecchese del lago lariano con lo sfondo dei territori brianzoli

ALTIMETRIA QUOTE E DISTANZA

dislivello totale salita: mt 1393
quota massima:  mt 1845
quota minima: (partenza/arrivo) mt 660
km totali:  46,96

SENSO DI MARCIA

girare in senso  antiorario; il giro opposto comporta risalita decisamente più impegnativa per giungere ai Piani di Bobbio attraverso la strada di servizio degli impianti della funivia

TEMPO DI PEDALATA

di puro movimento  4 ore

SINTESI VALUTAZIONI

panorami: 10/10
difficoltà salita : 6/10
difficoltà discesa : 7/10
impegno fisico: 9/10

NOTE GENERALI (ES. NON PEDALABILITA’, DIFFICOLTA’ PARTICOLARI, NOTE VARIE, ECC.)

pendenze:  max salita pedalabile 14%, max discesa 26%
tratto a mano: 60 minuti; assolutamente non pedalabile il traverso sotto il Monte Zuccone, sopra ai Piani di Artavaggio in direzione rifugio Lecco; tra l’altro occorre prestare molta attenzione per tratti esposti con passaggi non agevoli muniti di cavo di acciaio di sicurezza; il tratto richiede 1 ora di bici a spalla (passaggio molto stretto, pericoloso l’affiancamento della bici); preferibile affrontare il tratto in almeno 2 persone in modo da aiutarsi nei passaggi più critici
salita: sempre pedalabile; prima parte su asfalto pendenze 6-8%, sterrati successivi caratterizzati da pendenze abbordabili nell’ordine del 5-8% con brevi strappi saltuari attorno al 9-10%
discesa: 100% pedalabile dapprima dai Piani di Bobbio su strada di servizio degli impianti della funivia (fondo in alcuni tratti insidioso per ciottoli instabili in tratti veloci) e poi su strada asfaltata che conduce a Barzio e poi a Ballabio
% sterrato: 65%
ricordarsi: //

Downloads ad oggi:  433

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *