Val Piora, Lago Ritom – Passo del Lucomagno

Breve descrizione itinerario

Giro che ha inizio dal paese di Piotta avvalendosi della comoda funicolare che permette di risparmiare dislivello portandosi in quota in prossimità del Lago Ritom ove ha inizio una strada sterrata dall’ottimo fondo che permette di  aggirare il lago medesimo lungo l’Alpe Ritom sino alla Cappella di San Carlo; la strada prosegue in salita, con differenti tipologie di pendenza aggirando il Lago di Cadagno, l’Alpe Carorescio e termina nei pressi di Piano Grande in un ripido sentiero finale che conduce al Passo del Sole, punto più elevato dell’escursione. Dal Passo si scende alla meglio lungo i prati erbosi per riprendere una tecnica discesa in direzione di Lareccio che conduce verso i pascoli sottostanti il Lucomagno (Campo Solario ed Alpe Gana). La risalita al Passo del Lucomagno ha inizio nei pressi dell’Alpe Casaccia, dapprima su un breve tratto sterrato che costeggia la strada asfaltata ed in seguito su asfalto sino al Passo. Giunti al Passo si segue una sterrata sulla sinistra in direzione Passo dell’Uomo che inizialmente costeggia il Lago di Santa Maria; ben presto la sterrata si trasforma  in accidentato percorso pieno di detriti che impone inevitabilmente spinta del mezzo in risalita della Val Termine fino allo scollinamento nei pressi del Passo dell’Uomo. La strada poderale prosegue poi per un tratto piuttosto pianeggiante attraverso i verdi pascoli costeggiando un torrente per giungere ad un cruciale bivio: a sinistra si riprenderà la strada iniziale che, costeggiando il Lago della Segna, conduce al Passo del Sole; a destra (di cui la traccia GPX) invece ci si imbatte in un sentiero piuttosto accidentato che riconduce poco prima del Lago di Cadagno, nei pressi  della Capanna Cadagno; da quì, il ritorno avviene dapprima lungo la via dell’andata fino al Lago Ritom ed in seguito sulla strada asfaltata che risale da Piotta via Atlanca
nazione: Svizzera
zona: Alto ticino San Gottardo
provincia: CH
da: Piotta Funicolare
a: Piotta Funicolare
vista: l’itinerario offre la possibilità di effettuare un’ottima escursione in presenza di uno scenario paesaggistico tipicamente alpino, costituito da imponenti vette, laghi alpini e verdi alpeggi; molto belli i verdi pascoli sottostanti il Lucomagno

ALTIMETRIA QUOTE E DISTANZA

dislivello totale salita: mt 1.078
quota massima:  mt 2.391
quota minima: mt 1.046
km totali: 41,83

SENSO DI MARCIA

girare in senso antiorario prendendo all’andata la variante per il Lago di Cadagno: la lunga salita al Passo del Sole proveniendo dai pascoli del Lucomagno per buona parte non sarebbe ciclabile se fatta in senso contrario alla traccia segnalata

TEMPO DI PEDALATA

di puro movimento: 3 ore e 30 minuti

SINTESI VALUTAZIONI

panorami: 10/10
difficoltà salita:7/10
difficoltà discesa: 7/10
impegno fisico: 7/10

NOTE GENERALI (ES. NON PEDALABILITA’, DIFFICOLTA’ PARTICOLARI, NOTE VARIE, ECC.)

pendenze:  max salita 18%  max discesa 25%
tratto a mano: 40 minuti, in particolare sulla risalita della Val Termine fino al Passo dell’Uomo (mulattiera con beole sparse di ca. 1,2 km con pendenze tra il 15 ed il 20%) ed in piccoli tratti tra l’Alpe Carorescio ed il Passo del Sole causa fondo sconnesso e nevai; inoltre dal Passo dell’Uomo si prende, ritornando in Val Piora, un single-track tecnico che richiede alcuni passaggi con bici a mano
salita: pendenze significative in salita si segnalano tra il 14 ed il 17% prima dell’Alpe Carorescio e prima del Passo del Sole ove l’ultimo brevissimo tratto non è ciclabile; le restanti salite sono decisamente pedalabili (escluso naturalmente il tratto a mano sopra segnalato) e si svolgono su ampie strade poderali dal fondo regolare
discesa: la discesa dal Passo del Sole richiede nella parte iniziale una deviazione su prati per evitare il passaggio su un single-track dissestato; successivamente nella parte centrale tale sentiero si caratterizza per alcuni passaggi molto esposti che richiedono notevole attenzione (pendenza massima del 25%); la discesa dal Passo dell’Uomo avviene su sentiero non sempre fluido ma privo di pericolosità; da ultimo la discesa verso Piotta ha luogo su fondo in  asfalto e non presenta criticità
% sterrato: 80% su strade bianche, mulattiere e single-tracks; restante 20% su asfalto costituito dalla discesa finale dal Lago Ritom a Piotta e dalla breve salita iniziale dalla stazione di arrivo della funicolare sino a Piora nei pressi del Lago Ritom
ricordarsi: carta di identità per transito in territorio elvetico;  verificare inoltre la disponibilità e gli orari della funicolare ove è consentito il trasporto bici (meglio presentarsi alla stazione di partenza sul presto causa limitata capienza posti bici/passeggeri in momenti di intenso traffico turistico)
note: in assenza di funicolare occorre aggiungere ca 700 metri di dislivello ed 8,7 km di costante salita con pendenza tra il 7 ed il 10,5%; si consiglia inoltra, giunti al bivio sotto il passo dell’Uomo di risalire verso il passo del Sole e scendere lunga la bella traccia di salita (in alternativa alla discesa sul sentiero meno ciclabile a sinistra). Possibilità di lasciare auto presso il parcheggio gratuito della stazione della funicolare di Piotta

Downloads ad oggi:  212

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *