Sulle colline di Ovada e Rossiglione

Breve descrizione itinerario

La forestale che corre in quota sulle colline della Valle SturaIl Giro compie un anello sulle colline circostanti il territorio a sud di Ovada, sconfinando in terra ligure nel comune di Rossiglione ed offre discreti panorami sugli appennini liguri e sulle colline della Valle Stura. La percentuale di sterrato percorso risulta contenuta ma, in fin dei conti, solo pochi km su asfalto sono privi di interesse paesaggistico (la parte iniziale attraversando Ovada ed il tratto finale da Molare) ed in ogni caso l’itinerario permette di trascorrere una giornata in mtb senza particolari difficoltà ed affanni scoprendo un territorio a tratti molto selvaggio ma allo stesso tempo caratterizzato dalla presenza di piccoli nuclei abitativi sparsi su verdi colline. La partenza dell’anello ha luogo al di fuori dell’abitato di Ovada costeggiando per meno di 1 km il fiume Stura lungo una via ciclopedonale che conduce ai margini del centro della città e che dovrà poi essere attraversata spostandosi in direzione di Molare; nulla vieta in ogni caso di partire oltre Ovada, eliminando il tratto di asfalto in centro al paese (tratto che aggiunge poco o nulla all’itinerario sotto il profilo paesaggistico). A metà del rettilineo tra Ovada e Molare si prende sulla sinistra la “Strada Requaglia” per l’omonima frazione dove a seguire un breve tratto in fuoristrada conduce dapprima alla “Strada Termo” e poi sulla Strada delle Valli del Latte, entrando nel territorio di Rossiglione, in terra ligure. Proseguendo su asfalto si incontra poi la “Strada Garrone” che viene seguita in discesa sino a giungere con successiva breve risalita ad un nucleo abitativo posto attorno al Monte Fossa. Facendo molta attenzione alla traccia gps per via dei numerosi bivi che si presentano, si segue una stradina in salita segnalata a fondo cieco sino ad incontrare un bivio con sbarra per chiusura al traffico veicolare: la traccia, inizialmente con moderata salita, entra in una zona paesaggisticamente molto bella grazie ad una ottima forestale sterrata – con andamento in saliscendi – che si sviluppa in cresta sulle caratteristiche colline circostanti e che conduce in località “Briccu Spresce” dove si scende a valle per attraversare il torrente Orba con un malconcio ponte in cemento (tratto preceduto da una breve ma ripida salita nei boschi). La parte del giro che transita in quota sulle colline indubbiamente è la più caratteristica/bella ed è il vero punto di forza dell’itinerario, anche se va segnalato che i paesaggi collinari offerti durante la percorrenza della Strada delle Valli del Latte non sono da sottovalutare.
Ciò precisato, d’ogni modo poco dopo aver attraversato il sopracitato torrente termina il tratto in fuoristrada e ci si immette sull’asfalto della provinciale, poco trafficata, Tiglieto-Molare che, dapprima in salita e poi in discesa, viene seguita fino alle porte di Molare (località Castel Cerreto) dove un taglio su secondaria in asfalto tra i campi conduce ai margini del paese. Seguendo sempre con attenzione la traccia gps si evita il transito per il centro con una deviazione in fuoristrada e poi ci si porta nuovamente su asfalto entrando in Ovada
nazione: Italia
zona: Valle stura
provincia: Al/Ge
da: Ovada
a: Ovada
vista: colline dell’Ovadese e di Rossiglione, Valle dello Stura e dell’Orba, monti del Parco delle Capanne di Marcarolo (monte Tobbio, monte Figne e monte Pracaban – presente itinerario mtb all’interno del nostro sito)

ALTIMETRIA QUOTE E DISTANZA

dislivello totale salita: mt 910
quota massima: mt 578
quota minima: mt 172
km totali: 42,4

SENSO DI MARCIA

girare in senso orario

TEMPO DI PEDALATA

di puro movimento 4 ore

SINTESI VALUTAZIONI

panorami: 7/10
difficoltà salita: 4/10
difficoltà discesa: 4/10
impegno fisico: 6/10

NOTE GENERALI (ES. NON PEDALABILITA’, DIFFICOLTA’ PARTICOLARI, NOTE VARIE, ECC.)

pendenze: massima salita 16%, massima discesa 16,7%
tratto a mano: assente
salita: regolare, prevalentemente su asfalto con tratto centrale su forestale sterrata dal fondo perfetto e compatto; le pendenze in genere risultano contenute (4 – 7% max) e solo in sporadici e brevi segmenti si supera il 10%
discesa: priva di difficoltà svolgendosi su asfalto o su forestali dall’ottimo fondo compatto ed asciutto
% sterrato: 25%
ricordarsi: //
note: l’itinerario percorso avrebbe potuto presentare meno asfalto, tuttavia la scarsa rete sentieristica del territorio e la presenza di numerose strade che conducono a proprietà segnalate come private non hanno permesso di sfruttare adeguatamente i grandi spazi incontaminati offerti dal territorio


Downloads ad oggi traccia: 7

Sulle colline di Ovada - PendenzeSulle colline di Ovada - Altimetrie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *